Teon

Società a capitale interamente italiano, TEON sviluppa, produce e commercializza TINA, il dispositivo più innovativo sul mercato, per il riscaldamento ed il raffrescamento degli edifici. Nasce nel 2015 con l’obiettivo di introdurre un cambiamento radicale: azzerare l’inquinamento da riscaldamento con benefici significativi anche sotto il profilo economico, rimpiazzando le vecchie caldaie in favore di una tecnologia innovativa, conveniente e basata su risorse naturali e rinnovabili. 

Più efficiente delle già innovative pompe di calore, la tecnologia TEON è, ad oggi, l’unica soluzione di smart heating compatibile con i tradizionali impianti a radiatore, presenti nella maggioranza degli edifici nel nostro paese. Questo consente di aprire al riscaldamento sostenibile una enorme distesa di metri cubi che in Italia continua ad inquinare in quanto riscaldata con combustibili fossili e tramite sistemi obsoleti e costosi dal punto di vista economico e ambientale. La tecnologia TEON garantirebbe un risparmio in bolletta e vantaggi in termini di salute pubblica.

TINA – il generatore di calore ad alta temperatura

Acronimo di There Is No Alternative, TINA è frutto di un lungo lavoro di ricerca presso i laboratori di Area Science Park (Trieste). TINA è un generatore di calore naturale ad alta temperatura, che consente di riscaldare gli ambienti a zero emissioni inquinanti, in sostituzione delle pompe di calore e delle caldaie in tutte le costruzioni. La tecnologia è coperta da numerosi brevetti nazionali e internazionali.

Per le costruzioni con riscaldamento a radiatori (pari a circa 90% del patrimonio edilizio italiano) non esisteva, finora, alternativa alle vecchie caldaie a combustibili fossili. Le tradizionali pompe di calore, infatti, non sono progettate per funzionare sui vecchi impianti di riscaldamento: producono calore a bassa temperatura (<50°), mentre i radiatori richiedono temperature più elevate, fino a 80°C in periodi freddi o in aree climatiche più rigide 

  • TINA estrae calore dall’acqua di falda, raggiungendo temperature tra gli 80° e gli 85°. In questo modo, è possibile scaldare o raffrescare gli edifici senza emissioni, con risorse rinnovabili e senza incorrere in onerosi lavori di ristrutturazione e gestione degli impianti. 
  • TINA è stata insignita dello Smart Future Mind Award 2011, nel quadro del Piano Energia Enerplan cofinanziato dal Ministero dell’Ambiente e del premio Innovazione Amica dell’Ambiente di Legambente nel 2017 

Le caratteristiche della tecnologia TINA

  • Sostenibilità: TINA non brucia combustibile fossile, ma estrae energia termica dalla natura. Per farlo, impiega meno del 30% di energia elettrica, con zero emissioni in atmosfera, mentre il resto del calore viene recuperato dall’acqua di prima falda (scorre sotto le nostre città) o dalla terra. 
  • o Rispetto ad una caldaia a metano (115 kW), TINA evita l’emissione di 24 kg/anno di ossido di azoto e di 35 ton/anno di CO2, equivalenti all’inquinamento prodotto da 50 automobili;
  • o TINA funziona solo con refrigeranti naturali e non con gli F-GAS (gas fluorurati), tossici, climalteranti e non più ammessi dalla normativa italiana ed europea vigente.
  • Efficienza energetica: rispetto a caldaie, sistemi ibridi e pompe di calore tradizionali, TINA consuma meno energia, perché preleva dall’acqua oltre l’80% del calore in base alle condizioni d’uso.
  • Sicurezza: la manutenzione è ridotta al minimo. Rispetto alle altre tecnologie, i livelli di pressione, sollecitazione e usura dei materiali sono inferiori.
  • Risparmio economico: la riduzione di consumi e dei costi di manutenzione garantisce un risparmio del 35% rispetto alle caldaie a metano e del 70% rispetto alle caldaie a gasolio/GPL.

TEON in cifre

  • Una decina gli impianti pilota già installati o in fase di installazione in Italia;
  • Risparmio medio conseguito rispetto alla caldaia a metano superiore al 50%;
  • TEON è stata annoverata nel 2019 dalla Fondazione Symbola e Fassa Bortolo tra le 100 storie di eccellenza for future building;
  • TEON è parte di Veos Group, che gestisce un portafoglio di tecnologie e attività innovativi in ambito di energia e ambiente.