Hydrogen Innovation

Negli ultimi anni l’attenzione verso iniziative e misure volte a promuovere un utilizzo estensivo dell’idrogeno si è accentuata in modo esponenziale; tra queste emerge la «Strategia Europea per l’idrogeno», pubblicata l’8 luglio 2020 dalla Commissione Europea, con l’obiettivo di sfruttare l’idrogeno per raggiungere la neutralità climatica entro il 2050, a partire dalla quale molti Paesi dell’Unione europea hanno o stanno promulgando le proprie strategie nazionali.

Queste azioni politico-istituzionali trovano fondamento nel desiderio della Commissione Europea di accelerare la lotta al cambiamento climatico, non solo sviluppando le fonti rinnovabili (elettriche e non), ma anche estendendo la decarbonizzazione a settori rimasti finora sostanzialmente esclusi dal processo di elettrificazione, quali ad esempio i processi industriali ad alta temperatura e il trasporto pesante (in particolare quello navale ed aereo)

In questo contesto, l’Hydrogen Innovation Report vuole mettere in evidenza il ruolo che il vettore dell’idrogeno può rappresentare nel contesto energetico, mettendo in luce gli aspetti tecnologici più importanti legati alla sua produzione, trasporto e utilizzo, l’evoluzione in atto a livello normativo-regolatorio ed i business model che stanno emergendo a livello di filiera.

L’Osservatorio “Hydrogen Innovation Report”, nato nel 2021, si pone l’obiettivo di analizzare il ruolo che l’idrogeno può ricoprire nel contesto energetico nazionale ed europeo e le relative prospettive di sviluppo del mercato, in funzione della continua evoluzione del quadro normativo-regolatorio e dei business model che stanno emergendo a livello di filiera.

  • Con riferimento gli attuali utilizzatori di idrogeno, analisi degli impatti tecno-economici derivanti dallo switch ad un idrogeno a basso impatto ambientale.
  • Con riferimento al trasporto pesante ed ai settori hard-to-abate che ad oggi non utilizzano idrogeno, verifica dell’applicabilità del vettore all’interno dei relativi processi.
  • Valutazione degli impatti derivanti dall’aumento della domanda di idrogeno in tali settori, sia in termini di capacità installata che di investimenti necessari.
  • Mappatura delle nuove installazioni (pianificate su scala europea) di impianti per la produzione di idrogeno a basso impatto ambientale.
  • Analisi delle Hydrogen Strategy dei principali Paesi europei attivi in tale contesto
  • Verifica dei sistemi d’incentivazione attualmente in discussione in Europa ed in Italia per favorire la produzione dell’idrogeno.

1° COMITATO GUIDA:   09 Marzo

2° COMITATO GUIDA:  12 Maggio 

 CONVEGNO: 06 Luglio

  • Analisi dei trend tecnologici

Il focus sarà sui settori Hard–to–Abate:

▪ Per i settori industriali che già utilizzano idrogeno, si verificherà l’impatto sul costo finale del prodotto di uno switch all’idrogeno green

▪ Per i settori industriali che attualmente non utilizzano idrogeno, si verificherà – in un contesto di decarbonizzazione – l’applicabilità dell’idrogeno green all’interno del processo produttivo, confrontandolo con uno scenario di elettrificazione

▪ Per il settore del trasporto pesante verrà esplorata la potenzialità dell’idrogeno come strumento per la decarbonizzazione.

  • Analisi di mercato

Aggiornamento della mappatura delle principali installazioni di tecnologie Power-to-Gas (P2G) a livello europeo, al fine di identificarne le variazioni delle principali prestazioni tecniche ed economiche.

Valutare l’impatto economico sul mercato dell’impiego di idrogeno dell’evoluzione delle prestazioni tecniche ed economiche (curve di merito) delle tecnologie di produzione di idrogeno nel medio-lungo termine (10 anni).

Valutare l’impatto ambientale dello sviluppo dell’idrogeno sulla riduzione delle emissioni di GHG nei settori hard-to- abate (industriali e del trasporto pesante).

  • Analisi del quadro normativo regolatorio

Analisi dei sistemi di incentivazione attualmente in discussione sia in ambito Comunità Europea che in ambito italiano, per incentivare la produzione di Idrogeno (si citano ad esempio le Garanzie di Origine e i TEE)

Analisi della strategia italiana dell’idrogeno la cui definitiva pubblicazione è attesa nel corso dei prossimi mesi

Integrazione dell’analisi delle Hydrogen Strategy – o degli eventuali documenti programmatici – pubblicate da parte dei principali Paesi Europei, in cui emerge una maggiore attività nella realizzazione di progetti relativi alla produzione di idrogeno (quali ad esempio UK e Olanda) focalizzando l’attenzione sui settori hard-to-abate industriali e del trasporto pesante